Ispirato allo storico album del musicista Sun Ra, Space is the place è il titolo della rassegna di progetti di arte pubblica che ha coinvolto Cagliari per tutto il 2015. A legare i tanti percorsi la volontà di contribuire alla ri-scrittura partecipata e corale degli spazi urbani che diventano così contesti da abitare e di cui fare esperienza.

Tanti i temi: la relazione con il mare e con le sponde che vi si affacciano, ma anche il rapporto ritrovato con il territorio dell’isola, la tradizione mediterranea rivisitata in chiave contemporanea, le nuove cittadinanze, i margini, i suoni della città, della natura che vi si infrange e del suo sottosuolo, lo spazio aperto, la dimensione domestica, l’impalpabile ed effimera magnificenza delle architetture.

La rassegna è stata curata dalla coordinatrice artistica di Cagliari 2015, Maria Paola Zedda.

 

Gli eventi di "Space is The Place"

Progetti

100 fuochi di Alfredo Pirri

L'evento “100 fuochi”, curato dall'artista visivo Alfredo Pirri, ha visto in occasione dell’Anno internazionale della Luce, l'installazione delle prime luminarie d’artista della città costituite da un telaio di luce e raggi originatosi da 100 punti focali posizionati lungo tutto il percorso.

Still life di Dimitris Papaioannou

Dimitris Papaioannou ha presentato a Cagliari Still Life, lo spettacolo che quest’anno ha aperto la stagione del Theatre De La Ville con unanime successo di critica e pubblico. Immagini magiche, spesso tinte di eros, risorse minimali in uno spazio imponente...Un’immensa coltre di nubi crea la sensazione di un cosmo sul palco, i danzatori attendono nel vuoto creando immagini dove ognuno può ritrovare la semplicità del lavoro umano.

The Cave di Cristian Chironi

Un sito storico recentemente restituito alla città, un cantiere di lavoro multimediale che ne ha inaugurato la nuova vocazione espositiva. Cartec – Cava Arte Contemporanea, nuovo spazio museale e naturale, prolungamento della Galleria Comunale d'Arte, ha ospitato The Cave, il progetto pensato dall'artista Cristian Chironi per Cagliari – Capitale Italiana della Cultura 2015.

A close up story di Alessandro Toscano

Alessandro Toscano ha riportato dal Carcere di Buoncammino ormai disabitato storie e immagini raccolte insieme ad alcuni detenuti, grazie alla collaborazione dell’ Associazione UBOOT, della Direzione Casa Circondariale e dell’Area Educativa di Buoncammino. La quotidianità carceraria irrompe nell’assenza straniante delle prigioni per rievocare attraverso immagini fotografiche e parole un racconto corale, intimo e personale dell’esperienza detentiva.

Un uomo del Sud. Tra due mondi di Maria Papadimitriou

Maria Papadimitriou è un’artista greca contemporanea che lavora tra Atene e Volos. Nel 2015 ha rappresentato la Grecia alla Biennale di Venezia con il padiglione Agrimikà. La sua ricerca spazia in diversi campi, dalla scultura all’installazione, dal video alla fotografia, ma il suo principale campo di indagine è l’arte pubblica che declina e interpreta con passione civile e impegno sociale.

Hit parade di Christof Migone
Sdraiati per terra, con il viso rivolto al pavimento, i partecipanti della performance Hit Parade hanno colpito mille volte il pavimento con un microfono. Ognuno ha scelto il proprio ritmo e, lentamente, la cacofonia iniziale è diventata un’azione che, in accordo con il volere dell’artista, è risultata essere un “momento di epifania” o una “reazione violenta”. La violenza del gesto in netto contrasto con i visi dei performer giacenti proni sul pavimento.
Pasoliniana di Elisabetta di Terlizzi

Pasoliniana, una performance itinerante dedicata a Pier Paolo Pasolini ed alla sua filmografia. Il lavoro, basato sul tema dell'abitare, del spostarsi, del mutare, è stato realizzato in parte in sala, in parte nei luoghi urbani. Oltre ai 4 performer, somiglianti agli attori/attrici protagonisti dei film del regista, hanno partecipato come “comparse” 15 persone reperite sul luogo (adulti, adolescenti e bambini/e).

TITLE. Passavamo sulla Storia Leggeri.Cinque giorni di proiezioni di film, laboratori e conversazioni con artisti, registi e teorici della cultura di tutto il mondo. Un progetto denso di appuntamenti che tra martedì 27 e sabato 31 ottobre ha animato la Galleria comunale d’arte, i Giardini Pubblici e il Search. Appuntamenti ad accesso libero e gratuito e rivolti in particolar modo ad artisti, curatori, registi, performer, coreografi, drammaturghi. A chiunque, insomma, fosse interessato all’arte e alla cultura come forme di conoscenza del nostro presente.
Champs Armonique di Pierre Sauvageot

Pierre Sauvageot è artista e compositore, ma anche direttore di Lieux Publics, uno dei più importanti centri di arte pubblica in Europa e partner e promotore della rete In situ. A Cagliari ha iniziato una residenza artistica in vista di una produzione che realizzerà nel 2016 e nel 2017, rivisitando il progetto Champs Armonique, un’installazione di strumenti collocati nello spazio urbano suonati dagli elementi naturali e dal vento, una marcia sinfonica per il vento e un pubblico in movimento.

Balconi in musica per Sant'Anna

In occasione della festa di Sant’Anna, gli artisti Annalisa Mameli: voce, Remigio Pili: fisarmonica, Corrado Aragoni: piano, Mauro Seci: tenore, Vittoria Lai: soprano, Giancarlo Salaris: piano, Pierpaolo Leo: voce, Mario Faticoni: attore e cantante, hanno tenuto un concerto dai balconi della casa di Luciano Bonino.

L'evento rientra nella programmazione "House is Open", che ha visto come protagoniste le case aperte e i tetti del quartiere di Stampace

 

Condividi