Dal 18 al 29 agosto 2015
Space is the place
Produzioni 
Seed Journey - Future Farmers
in collaborazione con il Comune di Settimo San Pietro
al Lazzaretto di Cagliari
 
 
 
Il collettivo statunitense Future Farmers sarà a Cagliari dal 18 al 29 agosto con un progetto che, a partire dall’idea di forno pubblico, esplora le tradizioni della panificazione mediterranea.
 
Il cibo come pratica relazionale, come esperienza performativa e riflessione sulla creazione di nuove economie, contribuirà alla “tessitura” di territori non solo urbani ma anche extra-urbani prefigurando e tracciando le relazioni culturali della nuova area metropolitana. Il progetto, nell’anno dell’Expo, arriva dal mare, approdando nella nostra città e saldando insieme esperienze
e luoghi, tradizioni antiche e vivaci sperimentazioni.
 
Con la collaborazione di: Associazione Internazionale Città della Terra Cruda, Comune di Settimo San Pietro, Comune di Nuraminis, Comune di Samassi, Prof.ssa Maddalena Achenza (Università di Cagliari), Jean-Marie Le Tiec (CRAterre di Grenoble), Laore Sardegna, GAL SGT - Sole Grano Terra (Progetto Geografie Sommerse), Terra Mobile, Dott.ssa Alessandra Guigoni, Raffaelangela Pani, Gabriela Pitzianti, Erika Farci, Coldiretti, Slowfood, Rodolfo Ciucciomei, IED Cagliari, Impasti urbani
 
PROGRAMMA
18 - 29 AGOSTO
 
Martedì 18 agosto 
Lazzaretto Sant'Elia
 
17-20   Costruzione/laboratorio partecipata del forno mobile con Révolver, Progetto Barega  e Rodolfo Ciucciomei 
 
Mercoledi 19 agosto 
Lazzaretto Sant'Elia
 
ore 9-13/17-20  Costruzione/laboratorio partecipata del forno mobile con Revolver, Barega  e
                            Rodolfo Ciucciomei 
 
Giovedi 20 agosto
Lazzaretto Sant'Elia
 
ore 9-13/17-20   Eventuali ritocchi/ costruzione-laboratorio partecipata del forno con Revolver, 
                             Barega e Rodolfo Ciucciomei 
             
ore 18.30   Inaugurazione della mostra fotografica dell’itinerario turistico culturale
                   “Le Città della Terra” 
                    Presentazione dell'Associazione Internazionale Città della Terra Cruda
                    (Presidente Enrico Pusceddu)
                    Presentazione dell'itinerario turistico (Presidente Enrico Pusceddu) 
                    L'architettura in terra cruda in Sardegna (Prof.ssa Maddalena Achenza) 
                    L'architettura in terra cruda in europa (Le Tiec Jean-Marie - CRAterre Grenoble)
 
Venerdi 21 agosto
 
L'Associazione Città della Terra Cruda propone:
 
ore 16.00 Samassi - Visita guidata alle case di terra
 
ore 18.00 Nuraminis - Visita dei territori della terra cruda
 
ore 20.00 Nuraminis - Casa a corte in terra cruda 
                  Nuraminis - Festa di San Lussorio
 
Sabato 22 agosto 
Lazzaretto Sant'Elia
 
            Posa in opera del forno mobile
 
Lunedì 24  agosto 
Armungia dalle 17:30
 
Visita alla residenza artistica del progetto Geografie Sommerse, incontro con i produttori locali, le reti dell’agroalimentare e ospitalità del GAL SGT – Sole Grano Terra
Visita ai Forni Pubblici della Case Minime e Museo Lussu e al forno mobile in terra cruda di San Nicolò Gerrei
                  
Martedi 25 agosto 
Settimo San Pietro
  
h 17.00 > Partenza con la metropolitana Cagliari – Settimo San Pietro 
 
Dalle 18.00
Tour della filiera
Visita al Mulino Mariano
Evento a Casa Dessì: labotorio ed esperienze a confronto
Laboratorio di panificazione con le panificatrici di Settimo
Future Farmers: Seed Journey: dimostrazione del viaggio della raccolta dei semi e della costellazione
Sementi tradizionali: incontro con i produttori locali, raccolta e scambio
Mostra degli strumenti tradizionali per la lavorazone e la panificazione
Visita a Casa Baldussi (con la collaborazione dell'Ass. Nazionale Città della Terra cruda)
 
Ore 20.00 > spettacolo Is Mascareddas “La donnina che semina il grano” (prima assoluta) – teatro di burattini presso Casa Dessì
 
Degustazione con prodotti tipici di Settimo San Pietro (a cura di Coldiretti Cagliari in collaborazione con Gruppo Folk Santa Lucia - Settimo S. Pietro)
 
Mercoledi 26 agosto 
Exmà
 
Dalle ore 18.00
Visita della mostra “Pani e madri” a cura di Simona Campus
Laboratorio del Panificio Porta all' interno alla mostra “Pani e madri”, introduce Alessandra Guigoni
Costruzione di Sa Pippia de karesima, a cura di Gabriela Pitzianti 
Incontro con i Future Farmers e con gli artisti della mostra “Pani e madri”
 
Giovedì 27 agosto 
 
Visita alle case di terra cruda a Terramaini. 
(orario da definire: seguirà comunicazione)
 
Venerdì 28 agosto 
 
ore 17.00            Raccolta di esperienze:  Terra Mobile, Ass. Donne del  Maghreb, India ed Etiopia,
                             Panificatrici di Settimo San Pietro, Slow Food
       
ore 18.00 
Laboratori: 
A cura di Settimo San Pietro: il pane degli sposi (lezione dimostrativa)
A cura di Raffaelangela Pani e Erika Farci: Le panadas di Assemini
Le tecniche del Mediterraneo
A cura di Impasti Urbani: il lievito madre (la tradizione di Su frammentu) 
 
ore 18.30            Is Mascareddas “La donnina che semina il grano” (prima assoluta) 
ore 19.30            Duo perfetto: Bread and missing bread 
                             Robert Witt (violoncello) e Clorinda Perfetto (piano) 
 
ore 20.15            Processione Future Farmers con l'accompagnamento musicale di M Project (Marco Caredda, Marco Pittau e Matteo Costa)
ore 21.30            Reading sulle fonti storiche e letterarie sette-ottocentesche sulla panificazione 
                             in Sardegna (Alessandra Guigoni)
                             Degustazione a cura di Coldiretti Cagliari
 
Sabato 29 agosto 
Parcheggi dello Stadio Sant'Elia (ingresso atleti) dalle 19.00
Sagra del pesce di Sant'Elia
 
Bio Future Farmers
 
Futurefarmers è un collettivo di artisti, designer, agricoltori e ricercatori specializzato nella realizzazione di progetti site specific. 
Fondato nel 1995, lo studio diventa una piattaforma di supporto per progetti artistici, residenze artistica e ricerca in differenti settori.
L'obiettivo è quello di dar vita a momenti collettivi di “non conoscenza”. Attraverso progetti partecipati, il collettivo Futurefarmers genera spazi esperienziali dove la logica della situazione in sé scompare e viene destabilizzata, in virtù di una riscrittura collettiva dell'immaginario.
 
Attraverso pratiche legate al cibo, al trasporto pubblico e al rural farming il collettivo sviluppa nuove narrazioni che mirano a ricostituire e riconfigurare il carattere finora specifico di una data logica: la partecipazione attiva è fondamentale per innescare questi processi di inversione.
 
I lavori di Futurefarmers sono stati esposti presso: Whitney Museum of American Art, New York Museum of Modern Art, Solomon R. Guggenheim di New York, MAXXI di Roma, New York Hall of Sciences and the Walker Art Center, PAV di Torino.
 

Presentazione del progetto.

Futurefarmers Amy Franceschini, Lode Vranken, Marthe Van Dessel and Martin Lundberg will assemble in Cagliari, Sardinia in late August.

This constellation of Futurefarmers will make a tour of the southern part of the island to meet farmers, bakers and fisher people to invite them back to a small sea-side square in Lazzaretto where Futurefarmers will collaborate with Revolvér and Progetto Barega to build a traditional bread oven and prepare a procession and program of events between August 20th-29th. This oven in a public square forms the nucleus of several modes of transformation. 

 In Sardinia, Futurefarmers will move with gentle strides about the shores, fields and streets. They will use intuition, spontaneity and situational intelligence as modes of inquiry working towards a formal, performative response to their experiences over 10 days. They will draw from traditional modes of celebration, working and making as a means to create a series of situation specific, New Agrarian rituals.

 An underlying current in Futurefarmers work is the notion of “commons”. Their work with seeds and  land use in Oslo have focused on the preservation of intellectual property as it relates to biological matter.

They extend their questioning and actions around the commons to include shared and open access and democratic, collective, self- organizing as the fundamental “material” of the commons. Openness between collaborators, which are together in a situation or context is essential to their work. While spontaneity and intuition are at the heart  how Futurefarmers make work, they are dedicated to sustained engagement and durational practices as a mode of re-thinking the hierarchical organizations of space and time that surround our everyday life.

In preparation for their Futurefarmers, 2017 Seed Journey, a sea-faring journey from Oslo to Jordan, they will gather heritage grains and meet with cultural and maritime institutions.  

 
 
 

 

 Space is the Place - Arte pubblica
 
Ispirato allo storico album del musicista Sun Ra, Space is the place è il titolo della rassegna di progetti di arte pubblica che coinvolgeranno Cagliari per tutto il 2015. A legare i tanti percorsi la volontà di contribuire alla ri-scrittura partecipata e corale degli spazi urbani che diventano contesti da abitare e di cui fare esperienza.
 
Tanti i temi: la relazione con il mare e con le sponde che vi si affacciano, ma anche il rapporto ritrovato con il territorio dell’isola, la tradizione mediterranea rivisitata in chiave contemporanea, le nuove cittadinanze, i margini, i suoni della città, della natura che vi si infrange e del suo sottosuolo, lo spazio aperto, la dimensione domestica, l’impalpabile ed effimera magnificenza delle architetture.
 
Produzioni
 
Cantiere di sperimentazione, progettazione e produzione partecipata, Cagliari grazie a un articolato programma di residenze creative, ospita walkscape, installazioni sonore, performance urbane con attori inconsueti e nuove e antiche ritualità collettive.
 
Cagliari è Capitale italiana della Cultura 2015 e diventa un vero e proprio cantiere di produzione, creazione, sperimentazione e contaminazione artistica. Tra suggestive mostre, esperienze sonore, laboratori pubblici di creazione partecipata, performance nelle case e sui tetti, residenze di produzione e allestimenti interattivi nello spazio pubblico, la città riserverà continue sorprese a chi vorrà attraversare i suoi tanti paesaggi e le sue pieghe millenarie.

 

 
 
Per scoprire il programma completo degli eventi cliccare qui.
 
Tags: 
Produzioni, Cagliari capitale italiana della cultura 2015, Seed Journey, comune di Settimo San Pietro, Future Farmers, cagliarieu2015, SPACE IS THE PLACE

Condividi